“sette viole nel remoto”

Ne vidi di orli e di vene di temporali strisciare nelle pieghe da strada a strada Sentii dire che dall’aria scendeva la manna, la nuvola, e la pietra Ne vidi dal suo corpo strisciare lividi di paroloni brevi e tonfi Gli ressi dietro la tempesta e ne raccolsi da terra …