“affetti dalle tare spioventi”

L’attesa-tempera-su-tela-di-Felice-Casorati-Novara-1883-–-Torino-1963

“affetti dalle tare spioventi”

Appostarsi a disperate attese
m’era pesato nelle ginocchia

di altro timore io tremo
al suono del sangue in corsa
che fughi la notte di soqquadri

tu non sai cosa tiene ferma
impensata
di muto indugio l’attesa

questo giorno storto
che mi vive dentro
con paziente ridere per nulla

e sapere dove aggrapparsi
con le mani

Carlo Colombo Calabria
Giungo 2014

E' solo una questione di condivisioneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento