” quattro foglie in precipizio “

…Avrei voluto comporre la storia dell’Autunno e offrirne una di un giorno a pezzi.
Mi sembra di vederlo il campo zappato di ieri verminare. Mi sembra la viscosa estate finire sul morso ad un orlo di pane e pomodoro. Ricordo del cielo capovolto quando con la testa per terra sull’erba umidiccia ronzava l’ape sul pruno e sui fichi. Misi le braccia davanti al fondo dell’universo e sentii il sudore venire basso sul dorso del badile. Scappai a piedi scalzi verso giugno disteso al sicuro dentro di me e sento ogni centimetro nel suo muoversi…

Carlo Colombo Calabria

E' solo una questione di condivisioneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento