” bello e dorato il mio mare”

Il mio mare sempre bello
-Anche nelle furibonde delicatezze –
incanta e suona e profuma di zagare.

Adorato mio mare
dagli sbandamenti e stormi alti verso
caldi venti
e rigirano da Vulcano
carichi di altomare e di trebbia.

dai cavallucci e stelle marine sbrandellate
accarezzati e pianti da onde lente e stanche.

Bello e dorato il mio mare
quando scorza le parole e mozza il fiato.
Bella la sua rabbia nuda e doloroso colore
sui dorsali dei marosi.

Bello e dorato il mio mare
quando sorride a brandelli
sulla lieve mistura l’estate
schiumando sangue di luna

carlo colombo calabria

E' solo una questione di condivisioneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento